window.dataLayer = window.dataLayer || []; function gtag(){dataLayer.push(arguments);} gtag('js', new Date()); gtag('config', 'G-Z2S8T2PN0G');

Rosanna Marini

Sviluppo processi industriali sostenibili attraverso la gestione degli aspetti ambientali e degli impatti sanitari e di sicurezza e la ricerca di tecnologie innovative. Iscritta all'Ordine dei Chimici e Fisici: esercita attività professionale di consulenza specialistica su Impianti Industriali per la gestione delle Emissioni in Atmosfera, per Autorizzazioni Uniche Ambientali e Autorizzazioni Integrate Ambientali per installazioni IPPC. Dal 2003 è Responsabile del Settore Sicurezza e Salute sul lavoro di PQA S.r.l. coordinando un team di consulenti tecnici e assumendo direttamente l'incarico di RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione Protezione) esterno; si occupa di valutazioni dei Rischi per i lavoratori, con particolare riferimento agli agenti chimici e fisici e allo sviluppo dei Sistemi di Gestione Integrati HSE e ha una predilezione per la Responsabilità Sociale delle Organizzazioni. Svolge attività di Tecnico Competente in Acustica Ambientale (iscritta all'ENTECA), elaborando Valutazioni di Impatto e Clima acustico. È Safety Auditor per BS OHSAS 18001 e ISO 19011.
  • Direttiva CSRD e Standard ESRS: l’evoluzione relativa al contesto italiano

Direttiva CSRD e Standard ESRS: l’evoluzione relativa al contesto italiano

Il 22/12/2023 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Europea il Regolamento delegato (UE) 2023/2772 del 31 luglio 2023 che integra la direttiva 2013/34/UE del Parlamento europeo e del Consiglio in relazione ai principi di rendicontazione di sostenibilità. Il Regolamento descrive le informazioni di carattere sociale, ambientale e di governance su cui le imprese dovranno rendicontare a partire dal 1° gennaio 2024 e per tutti gli anni di esercizio successivi.

by |17 Gen 2024|ESG|
  • Pubblicato il decreto “RENTRI” per la tracciabilità dei rifiuti

Pubblicato il decreto RENTRI per la tracciabilità dei rifiuti

Il regolamento in vigore dal 15 giugno prossimo ma è previsto un ampio periodo transitorio per l’iscrizione al RENTRI e per l’adeguamento alla disciplina introdotta dal regolamento, in un arco temporale che va dai 18 ai 30 mesi dall’entrata in vigore del regolamento, a seconda della tipologia e delle dimensioni delle imprese e degli enti obbligati.

by |14 Giu 2023|Ambiente|