Salute e Sicurezza sul Lavoro

Valutazione del rischio da sovraccarico biomeccanico

HomeServiziSalute e sicurezza: i nostri serviziValutazione del rischio da sovraccarico biomeccanico
Sono molti gli ambiti lavorativi in cui è necessario fare una valutazione del rischio da sovraccarico biomeccanico del rachide e degli arti superiori in ottemperanza alla normativa in materia di salute dei lavoratori

Nel rispetto del D.Lgs. n. 81/2008 e delle norme tecniche applicabili (ISO 11228-1/2/3; UNI EN 1005-1/2/3/4/5, UNI EN ISO 14738), PQA Srl dispone di figure professionali dotate di ampio know-how in tema di ergonomia ed è in grado di fornire consulenza nell’organizzazione del lavoro, nella concezione dei posti di lavoro, nella scelta delle attrezzature e nella definizione dei metodi di lavoro e produzione, al fine di ridurre gli effetti sulla salute del lavoro che necessita di movimenti ripetuti e che comporta movimentazione manuale di pesi (oggetti o persone, es. pazienti).

Le principali attività svolte per valutare il rischio di sovraccarico biomeccanico del rachide e degli arti superiori sono:

  • STUDI ERGONOMICI DI PROGETTAZIONE dell’organizzazione e della programmazione del lavoro e dei posti di lavoro.
  • FORMAZIONE e informazione specifica in materia di ergonomia e di sovraccarico biomeccanico.
  • METODO OCRA (CHECK LIST E INDICE OCRA) Valutazione dell’esposizione al rischio da Movimenti ripetitivi degli arti superiori.
  • METODO NIOSH-Valutazione dell’esposizione al rischio da sovraccarico biomeccanico per il rachide (per movimentazione di oggetti).
  • METODO MAPO Valutazione dell’esposizione al rischio da sovraccarico biomeccanico per il rachide (durante la movimentazione di pazienti).

Salute e Sicurezza: tutti i servizi

Le ultime dal mondo SALUTE e SICUREZZA

1801, 2022

Obbligo vaccinale over 50: regole, tempistiche e sanzioni

Dal 15 febbraio scatterà l’obbligo di green pass rafforzato (vaccinati o guariti). I lavoratori non in possesso delle certificazioni verdi o che ne risultino privi al momento dell’accesso ai luoghi di lavoro sono considerati assenti ingiustificati, senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro.

1711, 2021

Il decreto-legge 146 del 21 ottobre 2021: come cambia la vigilanza sui luoghi di lavoro

Gli infortuni mortali da gennaio ad agosto 2021 sono stati 722, hanno stimolato l’attenzione mediatica e allarmato la politica. La risposta del Governo è arrivata decisa, attraverso modifiche importanti poste in essere dall’articolo 13 del decreto-legge 146 del 21 ottobre 2021 e rappresentate in particolare dalla riscrittura dell'articolo 14 del Dlgs 81/2008 con il fine di garantire la tutela della salute e la sicurezza dei lavoratori, oltre a contrastare il fenomeno del lavoro sommerso e irregolare.

Iscriviti alla nostra newsletter!

riceverai una volta al mese una mail con i più significativi aggiornamenti riguardanti le tematiche del nostro lavoro suddivise per categoria: consulenza ambientale, salute e sicurezza sul lavoro, sistema di gestione, modelli organizzativi, consulenza privacy e formazione.

(leggi l'informativa)

Ci hanno scelto

Ambiente

Siamo partner di fiducia per raggiungere l’adeguamento alla vigente normativa ambientale grazie al monitoraggio costante del panorama legislativo.

Salute e sicurezza

Affianchiamo l’azienda nella gestione della sicurezza e della salute sul luogo di lavoro con etica e responsabilità, competenza ed esperienza.

231 e sistemi di gestione

Offriamo la nostra consulenza alle organizzazioni che intendono implementare “sistemi di gestione” e “modelli 231” con un approccio di tipo “integrato”.

Privacy e
GDPR

Intendiamo far vivere alle aziende la Normativa Privacy come un valore aggiunto alla qualità aziendale a protezione dei dati personali