Sistemi ISO, Modelli 231 e Whistleblowing

Servizio Whistleblowing PRO

Servizi

Servizio Whistleblowing PRO

Il Decreto Legislativo 24/2023 ha implementato in Italia la Direttiva UE 2019/1937, introduttiva della nuova regolamentazione in materia di whistleblowing.
Questa nuova normativa non solo mira a tutelare coloro che segnalano irregolarità, ma offre una protezione estremamente ampia, includendo anche i cosiddetti facilitatori e i colleghi che operano abitualmente nello stesso contesto lavorativo.

Le prime aziende coinvolte sono state quelle che impiegano 250 o più dipendenti che hanno avuto tempo fino al 15 luglio per adeguarsi.
Ora tocca alle aziende con un numero di dipendenti compreso tra 50 e 249 per le quali il tempo per adeguarsi è fissato al 17 dicembre 2023.

I canali di segnalazione sono:

  • canale di segnalazione interna
  • canale di segnalazione esterna presso ANAC
  • divulgazioni pubbliche
  • denuncia all’autorità giudiziaria o contabile.

SERVIZIO WHISTLEBLOWING PRO

Il servizio Whistleblowing PRO di Progetto Qualità e Ambiente è in grado di affiancare le aziende nell’adempiere agli obblighi di Legge attraverso le seguenti attività:

Servizio di gestione segnalazioni attraverso la nostra piattaforma cloud dedicata.
Servizio di gestione delle segnalazioni in qualità di Soggetto destinatario esterno.
Stesura e/o aggiornamento della procedura che regolamenti il whistleblowing.
Formazione del personale e incontri informativi con RSA e RSU.
Redazione verbale di condivisione con RSU dei canali di segnalazione.
Servizio di adeguamento documenti privacy:
Aggiornamento Registro dei trattamenti;
Redazione informativa privacy;
Nomina Responsabili del trattamento;
Nomina addetti al trattamento;
Redazione Documento della valutazione impatto privacy (DPIA).

TEAM WHISTLEBLOWING PRO

Il team Whistleblowing PRO che abbiamo creato è composto da:
n° 1 IT Senior deputato ad eseguire l’installazione, la configurazione e la personalizzazione della piattaforma software a voi dedicata, nonché per ogni altra problematica relativa l’accessibilità, l’integrità e la disponibilità dei dati.

n° 1 Executive Legal Advisor, avvocato penalista, esperto in materia di D.Lgs. 231 con qualifica di Data Protection Officer con il compito di: ricezione e presa in carico della segnalazione; comunicazione con il Whistleblower; avvio e svolgimento di indagini interne; gestione del caso fino alla chiusura dell’indagine; preparazione di report da sottoporre alla direzione aziendale.

Le ultime dal mondo SISTEMI ISO e MODELLI 231

1906, 2024
  • UNI ISO 21401-2019 – il mondo ISO per il turismo

Turismo sostenibile – UNI ISO 21401-2019, il mondo ISO per il turismo

La ISO 21401 è una norma internazionale che specifica i requisiti ambientali, sociali ed economici per l’implementazione di un sistema di gestione per la sostenibilità nelle strutture ricettive turistiche e risulta applicabile a qualsiasi struttura, indipendentemente dalla tipologia, dal luogo e dalle dimensioni. L’adozione di questo sistema di gestione risulta utile per i soggetti che desiderano attuare, mantenere e migliorare le pratiche sostenibili nelle loro attività e che vogliono certificare la conformità della propria politica di sostenibilità.

1906, 2024
  • Eventi sostenibili, cosa prevede la nuova ISO 20121:2024

Eventi sostenibili, cosa prevede la nuova ISO 20121:2024

Il 3 aprile 2024 è stata pubblicata la revisione della norma ISO 20121 relativa alla certificazione di sostenibilità degli eventi. La versione 2024 della ISO 20121 viene ad essere il nuovo riferimento per tutti i soggetti giuridici organizzatori, proprietari o responsabili di una o più attività correlate all’evento, che vogliano certificare la propria gestione sostenibile di una o più fasi e avere vantaggi per bandi e finanziamenti.

2205, 2024
  • Tante novità nel Regolamento UE Imballaggi sempre più vicino

Tante novità nel Regolamento UE Imballaggi, sempre più vicino!

Il 24 aprile 2024 il Parlamento Europeo ha approvato la proposta del nuovo Regolamento Europeo su Imballaggi e Rifiuti di imballaggi che mira a ridisegnare in modo sostanziale il quadro degli adempimenti applicabili in materia di packaging e che, se approvato dal Consiglio UE, avrà un impatto significativo per produttori, importatori e distributori di imballaggi e merci imballate. Cosa prevede?

Iscriviti alla nostra newsletter!

riceverai una volta al mese una mail con i più significativi aggiornamenti riguardanti le tematiche del nostro lavoro suddivise per categoria: consulenza ambientale, salute e sicurezza sul lavoro, sistema di gestione, modelli organizzativi, consulenza privacy e formazione.

(leggi l'informativa)