Ambiente e Sostenibilità

Valutazioni di impatto acustico

La nostra società, coni i propri tecnici competenti in acustica ambientale, è dotata di moderne strumentazioni hardware e software per eseguire:
  • previsioni e studio di impatto ambientale acustico (L. 447/95 “Legge quadro sull’inquinamento acustico”);
  • valutazione dei requisiti acustici delle sorgenti sonore nei luoghi di intrattenimento danzante e di pubblico spettacolo e nei pubblici esercizi, ai sensi del D.P.C.M. n. 215 del 16/04/1999;
  • perizie e certificazione delle caratteristiche acustiche passive degli edifici nel rispetto della Legge quadro sull’inquinamento acustico (L. 447/95 e Decreto del Presidente dei Consiglio dei Ministri del 5/12/97 “Determinazione dei requisiti acustici passivi degli edifici”;
  • Insonorizzazioni acustiche e mappatura del territorio in zone acustiche omogenee. E’ interessante rilevare come possiamo dotare i Comuni di strumenti di gestione dinamici mediante l’informatizzazione dei dati, che consentono di sovraintendere la redazione e la manutenzione normata di tutte le operazioni previste dal DPCM 1° Marzo 1991

Le ultime dal mondo AMBIENTE

1910, 2023
  • Regolamento REACH, definita una nuova sostanza chimica pericolosa SVHC

Regolamento REACH, definita una nuova sostanza chimica pericolosa SVHC

Il 27 giugno 2024 una nuova sostanza considerata estremamente preoccupante (SVHC, Substance of Very High Concern) è stata inserita nella Candidate List dell’Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche ECHA, come previsto dal Regolamento europeo REACH. Si tratta del bis(α,α-dimetilbenzil) perossido, utilizzato in particolar modo come ritardante di fiamma e valutato come tossico per la riproduzione. Quali sono gli obblighi per le aziende quando viene aggiornata la Candidate List SVHC?

1707, 2024
  • Plastica e Sostenibilità: esplorando l'impatto ambientale attraverso un caso studio LCA

Plastica e Sostenibilità – esplorando l’impatto ambientale attraverso un caso studio LCA

Le tematiche di sostenibilità e circolarità legate ai polimeri plastici risultano sempre più significative all’interno del contesto attuale. I pareri relativi alle misure più efficaci da introdurre per diminuire gli impatti ambientali negativi associati a questi materiali sono spesso soggetti a bias e influenzati dal contesto di riferimento, senza però essere supportati da valutazioni oggettive e soggetti quindi al rischio di greenwashing. All’interno del seguente articolo presentiamo un caso studio reale che ha l’obiettivo di presentare uno strumento in grado di misurare in maniera scientifica l’efficacia di due strategie di economia circolare: il Life Cycle Assessment.

1906, 2024
  • UNI ISO 21401-2019 – il mondo ISO per il turismo

Turismo sostenibile – UNI ISO 21401-2019, il mondo ISO per il turismo

La ISO 21401 è una norma internazionale che specifica i requisiti ambientali, sociali ed economici per l’implementazione di un sistema di gestione per la sostenibilità nelle strutture ricettive turistiche e risulta applicabile a qualsiasi struttura, indipendentemente dalla tipologia, dal luogo e dalle dimensioni. L’adozione di questo sistema di gestione risulta utile per i soggetti che desiderano attuare, mantenere e migliorare le pratiche sostenibili nelle loro attività e che vogliono certificare la conformità della propria politica di sostenibilità.

Iscriviti alla nostra newsletter!

riceverai una volta al mese una mail con i più significativi aggiornamenti riguardanti le tematiche del nostro lavoro suddivise per categoria: consulenza ambientale, salute e sicurezza sul lavoro, sistema di gestione, modelli organizzativi, consulenza privacy e formazione.

(leggi l'informativa)