Ambiente e Sostenibilità

Regolamento REACH e Notifica SCIP

Il Regolamento CE n. 1907/2006, noto come Regolamento REACH (acronimo di Registration, Evaluation, Authorisation and restriction of CHemicals), ha introdotto un sistema unico di registrazione, valutazione, restrizione e autorizzazione delle sostanze chimiche, che pone nuovi obblighi per un’ampia gamma di aziende:

  • produttori/importatori di sostanze/preparati;
  • produttori/importatori di articoli;
  • formulatori/utilizzatori di sostanze/preparati;
  • riempitori, re-brander, distributori e venditori al dettaglio.

Il servizio di consulenza offerto da Progetto Qualità Ambiente prevede:

  • Check-up sul REACH (inquadramento dell’azienda ai fini Reach e individuazione dei relativi obblighi e scadenze).
  • Consulenza REACH (supporto diretto al management aziendale con lo studio delle possibili vie d’azione per adempiere al Regolamento).
  • Pre-registrazione delle sostanze.
  • Gestione della comunicazione clienti-fornitori.
  • Consulenza sulle sostanze SVHC (sostanze considerate molto preoccupanti) e sui relativi obblighi di Notifica alla banca dati SCIP
  • Consulenza sulle schede di sicurezza delle sostanze/preparati.
  • Formazione del personale aziendale in merito al Reach e alla gestione delle comunicazioni.

Le ultime dal mondo AMBIENTE

1704, 2024
  • Certificazioni e sistemi di gestione per la sostenibilità del turismo

Turismo sostenibile e la Certificazione GSTC

I cambiamenti nelle preferenze dei consumatori e l’attenzione sempre maggiore relativa a tematiche di sostenibilità, spingono le aziende operanti nel settore turistico verso l’implementazione di pratiche volte alla riduzione dei propri impatti negativi sull’ambiente. La certificazione internazionale GSTC, che costituisce un fattore premiante nel posizionamento delle strutture sulle piattaforme OTA (Online Travel Agencies), rappresenta una delle soluzioni che gli operatori turistici possono implementare per attestare il proprio impegno nella transizione verso un sistema economico sostenibile.

1704, 2024
  • Prodotti forestali e a impatto deforestazione: cosa chiede il nuovo Regolamento EUDR

Prodotti forestali e a impatto deforestazione: cosa chiede il nuovo Regolamento EUDR

Il Regolamento EUDR (Regolamento UE 2023/1115) sostituisce l’attuale Regolamento EUTR, estendendo l’ambito di applicazione anche a prodotti che possono causare deforestazione o degrado forestale come legno, caffè, cacao, gomma, bovini, soia e palma da olio. Le aziende soggette al Regolamento dovranno implementare un sistema di dovuta diligenza, in assenza del quale le merci interessate non potranno più attraversare le dogane europee a partire dal 30 dicembre 2024.

1604, 2024
  • Cambiamenti climatici: le integrazioni agli standard ISO 9001 e ISO 14001

Cambiamenti climatici: le integrazioni agli standard ISO 9001 e ISO 14001

L’organizzazione internazionale per la normazione ha pubblicato due emendamenti che integrano le norme ISO 9001 e ISO 14001, introducendo dei riferimenti specifici riguardanti la tematica relativa alla gestione dei cambiamenti climatici da parte delle aziende. Alle organizzazioni verrà richiesto di analizzare questa materia rispetto al proprio contesto di riferimento e alle aspettative delle parti interessate.

Iscriviti alla nostra newsletter!

riceverai una volta al mese una mail con i più significativi aggiornamenti riguardanti le tematiche del nostro lavoro suddivise per categoria: consulenza ambientale, salute e sicurezza sul lavoro, sistema di gestione, modelli organizzativi, consulenza privacy e formazione.

(leggi l'informativa)

Ci hanno scelto

Ambiente e
Sostenibilità

Salute e sicurezza
sul lavoro

Sicurezza macchine
e Marcatura CE

Reach CLP
e Sicurezza Prodotti

Sistemi di Gestione
e Modelli 231

Privacy e
GDPR

Cyber e
Information Security

Formazione d’aula,
video, e-learning