Ambiente e Sostenibilità

Valutazione ricadute al suolo di inquinanti

Progetto Qualità e Ambiente si è specializzata nel servizio di valutazione delle ricadute al suolo degli agenti inquinanti.

Attraverso software di modellistica previsionale, realizziamo simulazioni della dispersione e della ricaduta al suolo degli inquinanti emessi in atmosfera da varie tipologie di sorgenti (ad es. puntiformi come camini industriali o lineari come traffico veicolare, ferroviario, etc.).

Il servizio di “Valutazione ricadute al suolo di inquinanti” offerta dall’azienda Progetto Qualità e Ambiente comprende:

  • Inquadramento dell’area d’indagine e identificazione dei ricettori potenzialmente sensibili alle emissioni.
  • Raccolta di dati meteorologici e rielaborazione dei dati al fine di renderli interfacciabili con il modello.
  • Raccolta dati cartografici e territoriali.
  • Raccolta dati di progetto inerenti le emissioni.
  • Analisi meteo climatica dell’area oggetto di indagine.
  • Modellizzazione della dispersione degli inquinanti emessi con il software e simulazione della ricaduta al suolo degli inquinanti più problematici per la qualità dell’aria (PM10 e NO2).
  • Analisi statistica dei dati di concentrazione al suolo stimata per gli inquinanti.
  • Predisposizione di mappe di isoconcentrazione degli inquinanti al suolo.

Le ultime dal mondo AMBIENTE

2305, 2024
  • Nuova proroga per plastic tax

Nuova proroga per Plastic Tax

L’operatività della plastic tax, tributo introdotto dalla Legge Bilancio 2020 per disincentivare l’uso di imballaggi e contenitori per cibi e bevande in plastica monouso, dopo vari rinvii è attualmente prevista a partire da luglio 2024 ma mancano ancora i provvedimenti attuativi e una nuova proroga la farebbe slittare a metà del 2026.

2205, 2024
  • Tante novità nel Regolamento UE Imballaggi sempre più vicino

Tante novità nel Regolamento UE Imballaggi, sempre più vicino!

Il 24 aprile 2024 il Parlamento Europeo ha approvato la proposta del nuovo Regolamento Europeo su Imballaggi e Rifiuti di imballaggi che mira a ridisegnare in modo sostanziale il quadro degli adempimenti applicabili in materia di packaging e che, se approvato dal Consiglio UE, avrà un impatto significativo per produttori, importatori e distributori di imballaggi e merci imballate. Cosa prevede?

2205, 2024
  • NOVITA’ IN MATERIA DI ECONOMIA CIRCOLARE: APPROVATO IL REGOLAMENTO ESPR

Novità in materia di economia circolare: approvato il Regolamento ESPR

Le iniziative sui prodotti sostenibili hanno l’obiettivo di garantire che entro il 2030 una parte significativa dei prodotti a disposizione dei consumatori dell'UE sia progettata in modo da essere durevole, efficiente sotto il profilo energetico e delle risorse, riparabile, riciclabile e fabbricata prediligendo materiali riciclati. Lo scorso aprile 2024 il Parlamento europeo ha raggiunto un accordo sul Regolamento ESPR (Ecodesign for Sustainable Products Regulation), che imporrà alle aziende il rispetto di specifici requisiti qualitativi in materia di eco-progettazione, eco-design e di informazione.

Iscriviti alla nostra newsletter!

riceverai una volta al mese una mail con i più significativi aggiornamenti riguardanti le tematiche del nostro lavoro suddivise per categoria: consulenza ambientale, salute e sicurezza sul lavoro, sistema di gestione, modelli organizzativi, consulenza privacy e formazione.

(leggi l'informativa)

Ci hanno scelto

Ambiente e
Sostenibilità

Salute e sicurezza
sul lavoro

Sicurezza macchine
e Marcatura CE

Reach CLP
e Sicurezza Prodotti

Sistemi di Gestione
e Modelli 231

Privacy e
GDPR

Cyber e
Information Security

Formazione d’aula,
video, e-learning