window.dataLayer = window.dataLayer || []; function gtag(){dataLayer.push(arguments);} gtag('js', new Date()); gtag('config', 'G-Z2S8T2PN0G');
Ambiente e Sostenibilità

A.U.A. – Autorizzazione Unica Ambientale

HomeServiziAmbiente e Sostenibilità: i nostri serviziA.U.A. – Autorizzazione Unica Ambientale
Il DPR n° 59/2013 ha introdotto l’Autorizzazione Unica Ambientale (A.U.A.), un provvedimento autorizzativo della durata di 15 anni dal rilascio che incorpora le seguenti autorizzazioni ambientali già previste dalle normative di settore:

Il DPR n° 59/2013 ha introdotto l’Autorizzazione Unica Ambientale (A.U.A.), un provvedimento autorizzativo della durata di 15 anni dal rilascio che incorpora le seguenti autorizzazioni ambientali già previste dalle normative di settore:

  1. autorizzazione agli scarichi idrici;
  2. comunicazione per l’utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento, delle acque di vegetazione dei frantoi oleari […];
  3. autorizzazione alle emissioni in atmosfera per gli stabilimenti di cui all’articolo 269 del DLgs n. 152/2006 (cosiddette attività “in ordinaria“);
  4. autorizzazione generale alle emissioni di cui all’articolo 272 del DLgs n. 152/2006 (attività “in deroga“);
  5. comunicazione o nulla osta di cui all’articolo 8, commi 4 o comma 6, della legge n° 447/1995 (impatto acustico);
  6. autorizzazione all’utilizzo in agricoltura dei fanghi derivanti dal processo di depurazione (rif. DLgs n° 99/1992);
  7. comunicazioni in materia di rifiuti di cui agli articoli 215 e 216 del DLgs n. 152/2006 (cosiddetti impianti di recupero rifiutiin semplificata“).

Devono richiedere l’AUA le imprese e gli impianti che, per poter iniziare/proseguire la propria attività, necessitano di uno o più dei titoli autorizzativi sopra elencati e che non sono soggetti alla disciplina IPPC/AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale).

La richiesta deve essere presentata per i nuovi impianti, per modifiche sostanziali agli impianti esistenti o in tempo utile rispetto alla scadenza del primo titolo abilitativo sostituito dall’AUA.

I gestori degli impianti possono avvalersi della possibilità di non richiedere l’AUA solo in caso di attività soggette unicamente a comunicazione o ad autorizzazione generale.

Progetto Qualità e Ambiente, grazie all’esperienza maturata nei diversi ambiti di applicazione dell’AUA, è in grado di seguire tutto l’iter procedurale, dalla presentazione telematica della domanda di Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) al SUAP (Sportello unico per le attività produttive) territorialmente competente fino al rilascio del provvedimento di autorizzazione.

Progetto Qualità e Ambiente offre inoltre servizi di assistenza per la gestione degli adempimenti previsti dal provvedimento d’autorizzazione, quali ad esempio predisposizione della modulistica per la registrazione delle manutenzioni, gestione delle scadenze delle analisi / controlli ambientali ed esecuzione dei campionamenti analitici tramite laboratori convenzionati.

AMBIENTE: tutti i servizi

Le ultime dal mondo AMBIENTE

212, 2022
  • Etichettatura ambientale e plastic tax: le risposte alle domande del webinar e ultime novità

Etichettatura ambientale e plastic tax: le risposte alle domande del webinar e ultime novità

Il 24 novembre 2022 abbiamo organizzato un webinar dedicato a ​​”etichettatura ambientale e plastic tax”, durante il quale sono stati descritti gli adempimenti applicabili in materia di etichettatura ambientale degli imballaggi, che sarà obbligatoria dal 01/01/2023 e, in attesa di un quadro normativo definito, ​​delineato il perimetro applicativo e analizzato cosa prevede l'imposta sul consumo di manufatti in plastica monouso. Durante il webinar sono state poste numerosissime domande, che abbiamo deciso di sintetizzare e riunire in questo articolo, rendendo accessibili i contenuti a chiunque desiderasse approfondire il tema.

2909, 2022
  • Direttiva SUP (Single Use Plastic) – pubblicate le linee guida CONAI

Direttiva SUP (Single Use Plastic) – linee guida CONAI

Le recenti linee guida del CONAI incentrate sul tema dei Prodotti in Plastica Monouso denominati SUP (Single Use Plastic) hanno fornito chiarimenti alle imprese sulla corretta interpretazione della normativa italiana in materia, in particolar modo del D.Lgs. 196/21, che è entrato in vigore a gennaio 2022 portando con sé diverse incertezze interpretative. Ripercorriamo insieme i principali elementi di chiarezza forniti da CONAI.

Iscriviti alla nostra newsletter!

riceverai una volta al mese una mail con i più significativi aggiornamenti riguardanti le tematiche del nostro lavoro suddivise per categoria: consulenza ambientale, salute e sicurezza sul lavoro, sistema di gestione, modelli organizzativi, consulenza privacy e formazione.

(leggi l'informativa)

Ci hanno scelto