Salute e Sicurezza sul Lavoro

Valutazione del rischio da agenti fisici: rumore e vibrazioni

HomeServiziSalute e sicurezza: i nostri serviziValutazione del rischio da agenti fisici: rumore e vibrazioni

In linea con il nuovo approccio legislativo alla tutela dei lavoratori (D. Lgs. n. 81/2008) che concepisce la valutazione dei fattori di rischio di esposizione al rumore e alle vibrazioni meccaniche in senso ampio e articolato,

Progetto Qualità Ambiente fornisce un servizio completo in materia di:

  • misure fonometriche in ambiente di lavoro e calcola i livelli di esposizione dei lavoratori al rumore, ai sensi del Tit. VIII capo II del D.Lgs. 81/08, con strumentazione e secondo metodiche adeguati alle norme tecniche di riferimento (ad. es. UNI 9432:2008);
  • misure accelerometriche per la valutazione dei livelli di esposizione a vibrazioni meccaniche trasmesse al corpo intero da superfici quali pedane, sedili o al sistema mano-braccio mediante utensili pneumatici o a scoppio, ai sensi del Tit. VIII capo III del D.Lgs. 81/08, secondo le norme tecniche e le Linee Guida Ispesl-Regioni;
  • valutazione dell’idoneità dei DPI forniti;
  • valutazione della presenza di possibili fattori sinergici aggravanti il rischio di esposizione a rumore o vibrazioni (interazione tra i due agenti fisici e microclima, sostanze ototossiche per il rumore, sovraccarico biomeccanico del rachide per vibrazioni);
  • valutazione di possibili effetti indiretti ed extra-uditivi dell’esposizione al rumore;
  • individuazione di misure di contenimento del rischio e nella redazione di programmi di riduzione dell’esposizione.

Salute e Sicurezza: tutti i servizi

Le ultime dal mondo SALUTE e SICUREZZA

1801, 2022

Obbligo vaccinale over 50: regole, tempistiche e sanzioni

Dal 15 febbraio scatterà l’obbligo di green pass rafforzato (vaccinati o guariti). I lavoratori non in possesso delle certificazioni verdi o che ne risultino privi al momento dell’accesso ai luoghi di lavoro sono considerati assenti ingiustificati, senza conseguenze disciplinari e con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro.

1711, 2021

Il decreto-legge 146 del 21 ottobre 2021: come cambia la vigilanza sui luoghi di lavoro

Gli infortuni mortali da gennaio ad agosto 2021 sono stati 722, hanno stimolato l’attenzione mediatica e allarmato la politica. La risposta del Governo è arrivata decisa, attraverso modifiche importanti poste in essere dall’articolo 13 del decreto-legge 146 del 21 ottobre 2021 e rappresentate in particolare dalla riscrittura dell'articolo 14 del Dlgs 81/2008 con il fine di garantire la tutela della salute e la sicurezza dei lavoratori, oltre a contrastare il fenomeno del lavoro sommerso e irregolare.

Iscriviti alla nostra newsletter!

riceverai una volta al mese una mail con i più significativi aggiornamenti riguardanti le tematiche del nostro lavoro suddivise per categoria: consulenza ambientale, salute e sicurezza sul lavoro, sistema di gestione, modelli organizzativi, consulenza privacy e formazione.

(leggi l'informativa)

Ci hanno scelto

Ambiente

Siamo partner di fiducia per raggiungere l’adeguamento alla vigente normativa ambientale grazie al monitoraggio costante del panorama legislativo.

Salute e sicurezza

Affianchiamo l’azienda nella gestione della sicurezza e della salute sul luogo di lavoro con etica e responsabilità, competenza ed esperienza.

231 e sistemi di gestione

Offriamo la nostra consulenza alle organizzazioni che intendono implementare “sistemi di gestione” e “modelli 231” con un approccio di tipo “integrato”.

Privacy e
GDPR

Intendiamo far vivere alle aziende la Normativa Privacy come un valore aggiunto alla qualità aziendale a protezione dei dati personali