La norma si articola su diversi fattori di analisi, quali:

  • Contesto dell’organizzazione: comprende l’analisi dei fattori interni ed esterni che possono impattare sulla capacità di un’azienda di raggiungere i risultati desiderati
  • Leadership: sottolinea l’importanza di integrare il sistema di gestione nella direzione strategica dell’organizzazione
  • Pianificazione: si riferisce alla capacità di cogliere le opportunità del contesto di riferimento, analizzando gli eventuali rischi correlati, i relativi impatti e le opportunità di miglioramento
  • Supporto: comprende le azioni necessarie alla costruzione di una solida base di conoscenze e competenze interne ed esterne volte a rendere più efficace la comunicazione con tutte le parti interessate
  • Valutazione: fa riferimento alla valutazione del sistema di gestione attraverso audit interni e riesami della direzione
  • Monitoraggio: comprende le modalità utilizzate per tenere sotto controllo tutti i processi operativi necessari per soddisfare e/o modificare gli obiettivi nel caso di modifica di alcuni processi
  • Miglioramento: fa riferimento alle azioni e procedure che vengono messe in atto per migliorare in modo continuo l’idoneità, l’adeguatezza e l’efficacia del sistema di gestione per la sostenibilità

Tra gli attributi previsti dalla certificazione figurano specifici requisiti per le organizzazioni di tipo ambientale, sociale ed economico che comprendono tutte le dimensioni della sostenibilità. La norma si presta all’integrazione con altri sistemi di certificazione del mondo ISO relativi ad aspetti di sostenibilità, ad es. ISO 9001, ISO 14001, ISO 45001 ecc.
Con riferimento agli aspetti ambientali, ai soggetti operanti nel settore turistico viene chiesto di:

  • Efficientare il consumo idrico
  • Minimizzare il consumo energetico
  • Adottare misure per ridurre al minimo l’impatto edilizio
  • Preservare la propria area naturale adottando pratiche di conservazione della flora e della fauna
  • Proceduralizzare pratiche per l’eliminazione o la mitigazione degli impatti ambientali della struttura ricettiva

Come può una struttura ricettiva ridurre i propri impatti negativi?

È possibile utilizzare alcune semplici misure per diminuire, ad esempio, gli impatti negativi sulle risorse idriche e rendere più efficiente la propria struttura dal punto di vista energetico. Possono essere implementati dei programmi per il riutilizzo di asciugamani e biancheria ed è possibile predisporre degli standard qualitativi specifici per i prodotti che vengono utilizzati nelle attività di pulizia. Inoltre, è possibile installare dei dispositivi per il risparmio idrico. Per migliorare l’efficienza energetica e minimizzare i consumi un’azienda può essere aumentata la percentuale di approvvigionamento energetico derivante da fonti di energia rinnovabile. È consigliato, inoltre, l’utilizzo di veicoli a basso consumo energetico, un’illuminazione il più possibile naturale e l’isolamento termico di pareti, soffitti e finestre.
Prendendo in considerazione i principali fattori legati alla sostenibilità sociale, alle strutture ricettive viene chiesto di:

  • Prediligere, nella ricerca della forza lavoro, individui appartenenti alla comunità locale
  • Servirsi di fornitori locali per l’approvvigionamento delle materie prime
  • Valutare i livelli di soddisfazione e le esigenze della comunità
  • Interagire con la comunità locale tramite la creazione di appositi canali di comunicazione
  • Riconoscere, promuovere e rispettare il patrimonio culturale e le tradizioni del territorio
  • Sviluppare azioni volte a promuovere l’equità etnica, sociale e a prevenire qualsiasi forma di lavoro minorile

Come può una struttura ricettiva adottare buone pratiche per la sostenibilità sociale ed economica?

Esempi di buone pratiche per la sostenibilità sociale ed economica riguardano, ad esempio, l’implementazione di azioni volte alla sensibilizzazione degli ospiti verso aree naturali protette e attrazioni di interesse per la regione di riferimento. In questo modo si contribuisce alla diffusione di buone pratiche e si limitano i danni negativi sull’ambiente. La promozione del rispetto della culturale locale e delle popolazioni autoctone costituisce un requisito fondamentale per garantire il benessere della comunità circostante. Ogni struttura ricettiva, inoltre, dovrebbe impegnarsi per garantire salari dignitosi adottando una politica retributiva equa, impegnandosi per impiegare lavoratori e fornitori locali e adottando azioni di economia solidale come, ad esempio, le donazioni alla comunità.

E se la mia struttura non dovesse riuscire a soddisfare tutti i requisiti richiesti dalla norma?

L’implementazione di un sistema di gestione basato sulla norma ISO 21401:2019 è adatto a tutte le tipologie di strutture ricettive, anche a quelle che si approcciano per la prima volta ad un percorso di sostenibilità. Alle aziende che decidono di certificarsi, infatti, oltre al rispetto della normativa applicabile, non viene richiesto di rispettare standard qualitativi specifici, ma di porsi obiettivi commisurati ai propri impatti e di implementare un processo di miglioramento continuo, così come descritto dal framework PDCA (Plan, Do, Check, Act) che caratterizza tutti i sistemi di gestione.

Questa logica consiste nel pianificare un’azione concreta volta al miglioramento delle proprie performance (Plan) e nell’implementare il processo di cambiamento (Do). Successivamente per l’azienda è possibile studiare e misurare i risultati ottenuti (Check) e identificare nuove possibili proposte e azioni per il miglioramento dei propri processi (Act).

Quali sono i vantaggi relativi all’implementazione della norma ISO 21401:2019?

L’adozione di questo specifico sistema di gestione consente di efficientare i processi relativi alle attività della struttura e di migliorare la capacità di rispondere alle emergenze ambientali, degli incidenti in azione e della sicurezza dei lavoratori e degli ospiti. Permette inoltre una corretta gestione dei requisiti ambientali e socioeconomici con un conseguente risparmio di costi per la gestione delle risorse naturali, dei rifiuti e del proprio approvvigionamento energetico. Inoltre, attraverso la corretta definizione del contesto all’interno del quale la struttura opera, è possibile individuare le relative parti interessate e le loro aspettative, con lo scopo di mettere in atto azioni volte al raggiungimento degli obiettivi previsti. L’adozione della norma migliora la visibilità e la reputazione dell’azienda sui mercati nazionali ed internazionali e consente di ottenere un importante vantaggio competitivo in un settore all’interno del quale le tematiche di sostenibilità sociale ed ambientale non sono più considerate come fattori opzionali, ma costituiscono un vero e proprio requisito per garantire l’operatività della struttura nel lungo periodo.

TI INTERESSANO LE TEMATICHE ESG?
Non perderti il nostro ciclo di Webinar gratuiti e Corsi di formazione per le imprese dedicati al mondo ESG!

Questa iniziativa intitolata “Per-Corsi di Sostenibilità“, è pensata per guidare le aziende attraverso il complesso mondo ESG, promuovendo una transizione consapevole e di successo verso un futuro sostenibile.
La partecipazione ai Webinar gratuiti e ai Corsi di formazione consentirà alle aziende di acquisire competenze pratiche e approfondire la comprensione delle dinamiche ESG investendo sulla formazione del personale per soddisfare non solo la necessità di avere un team informato e consapevole ma rispondere alle crescenti aspettative degli stakeholder che richiedono sempre più un’interazione con personale altamente preparato.

Per-Corsi di Sostenibilità - la formazione ESG

Condividi questo articolo

Iscriviti alla nostra newsletter

riceverai una volta al mese una mail con i più significativi aggiornamenti riguardanti le tematiche del nostro lavoro suddivise per categoria: consulenza ambientale, salute e sicurezza sul lavoro, sistema di gestione, modelli organizzativi, consulenza privacy e formazione.

(leggi l'informativa)