elenco scadenze

News

  • Testo Unico Sicurezza, edizione novembre 2020

    È stata pubblicata sul sito dell'Ispettorato nazionale del lavoro l’ultima versione del Testo Unico Sicurezza - Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81 - edizione Novembre 2020.   Scarica il testo in formato PDF.   Novità inserite nella nuova versione: Inseriti gli interpelli n. 1 del 2...

    leggi di più
  • Modifiche al Rischio biologico nel D.Lgs. 81/2008

    Il Decreto-legge 9 novembre 2020, n. 149 recante “Ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese e giustizia, connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19” ha introdotto modifiche a due allegati al titolo X Rischio Biologico.   Le modifi...

    leggi di più
  • Scadenza al 5 gennaio 2021 per registrazione delle SVHC alla Banca Dati ECHA “SCIP”

    L’obbligo di notifica entro il 5 gennaio 2021 delle sostanze altamente preoccupanti presenti in concentrazione superiore allo 0,1% (p/p) negli articoli in quanto tali o in oggetti complessi (prodotti) dovrà essere gestito attraverso il nuovo database dell’ECHA denominato SCIP. SCIP è acronimo ...

    leggi di più

Case History

Rischio chimico e cancerogeno, entrate in vigore le modifiche al D.Lgs. 81/08

Notizia pubblicata in data: 22 luglio 2020

Sono entrate in vigore il 24.06.2020 le modifiche apportate dal D.Lgs. 1 giugno 2020 n. 44 "Attuazione della direttiva (UE) 2017/2398 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 12 dicembre 2017, che modifica la direttiva 2004/37/CE del Consiglio, relativa alla protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da un'esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni durante il lavoro".

Il D.Lgs. n. 44/2020 introduce 11 nuove sostanze cancerogene nell’allegato XLII del D.Lgs. 81/2008 ed 1 nuovo processo nell’Allegato XLIII e modifica il comma 6 dell’Art. 242 Sorveglianza sanitaria Sez. III del Titolo IX Capo II – Protezione da agenti cancerogeni e mutageni.

Le modifiche al D.Lgs. 81/08 sono:

  • All’articolo 242 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n.81, il comma 6 è sostituito dal seguente: «6. Il medico competente fornisce ai lavoratori adeguate informazioni sulla sorveglianza sanitaria cui sono sottoposti e, ove ne ricorrano le condizioni, segnala la necessità che la stessa prosegua anche dopo che è cessata l’esposizione, per il periodo di tempo che ritiene necessario per la tutela della salute del lavoratore interessato. Il medico competente fornisce, altresì, al lavoratore indicazioni riguardo all’opportunità di sottoporsi ad accertamenti sanitari, anche dopo la cessazione dell’attività lavorativa, sulla base dello stato di salute del medesimo e dell’evoluzione delle conoscenze scientifiche.».
  • Le sostanze cancerogene introdotte dalla norma nell’allegato XLII sono:
    – Composti di cromo VI
    – Fibre ceramiche refrattarie
    – Polvere di silice cristallina respirabile
    – Ossido di etilene
    – 1,2-Epossipropano
    – Acrilammide
    – 2-Nitropropano
    – o-Toluidina
    – 1,3-Butadiene
    – Idrazina
    – Bromoetilene
  • Il nuovo processo di lavoro soggetto a valutazione del rischio cancerogeno (introdotto in Allegato XLIII) è “Lavori comportanti esposizione a polvere di silice cristallina respirabile generata da un procedimento di lavorazione”.



Torna alla pagina precedente