elenco scadenze

News

  • Corsi di formazione Sicurezza sul Lavoro

    PQA organizza presso le proprie aule corsi in materia di Salute e Sicurezza sul Lavoro destinati a Datori di Lavoro, Lavoratori, Preposti, RLS, Addetti all'utilizzo di Attrezzature, Addetti alle Emergenze Primo Soccorso e Antincendio. Di seguito puoi consultare il calendario dei corsi in programma ...

    leggi di più
  • Corso Datori di Lavoro RSPP Rischio Basso e Dirigenti

    PQA organizza con inizio lunedì 6 maggio un corso per Datori di Lavoro RSPP e Dirigenti con sede a Porto Mantovano. Le iscrizioni sono aperte fino al 29 aprile. Il corso è rivolto ai datori di lavoro che intendono svolgere direttamente i compiti di prevenzione e protezione dai rischi in attività...

    leggi di più
  • Regione Lombardia, scarichi di acque reflue domestiche e assimilate e di acque reflue urbane

    Sul BURL Supplemento del 02/04/2019 è stato pubblicato il Regolamento Regionale 29/03/2019 n. 6, che abroga il Regolamento Regionale 3/2016. Il regolamento tratta la disciplina ed i regimi amministrativi degli scarichi di acque reflue domestiche e di acque reflue urbane, nonché la disciplina de...

    leggi di più

Case History

Sicurezza e Salute, novità in Legge di Bilancio 2019

Notizia pubblicata in data: 23 gennaio 2019

La Legge di Bilancio 2019 - Legge 30 dicembre 2018, n. 145 "Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021" ha introdotto alcune novità in merito alla tematica “Sicurezza e salute sul lavoro”.

 

Aumentati gli importi delle sanzioni

 

Al fine di "rafforzare l'attività di contrasto del fenomeno del lavoro sommerso e irregolare e la tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro" con il comma 445 dell’articolo 1 sono stati aumentati gli importi delle sanzioni per violazioni in materia di lavoro e legislazione sociale e, in particolare, nella misura del 10 per cento gli importi delle sanzioni sia in via amministrativa che penale relative alla violazione delle disposizioni di cui al D. Lgs. n. 81/2008 e s.m.i..

 

Interventi per il rafforzamento dell’attività di vigilanza dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro

 

Prevista l’immissione in ruolo, attraverso procedure concorsuali, di 930 unità, prevalentemente ispettive, nell’arco di 3 anni. In particolare l’incremento riguarda un contingente di personale prevalentemente ispettivo pari a 300 unità per l'anno 2019, a 300 unità per l'anno 2020 e a 330 unità per l'anno 2021.

 

Riduzione del tasso Inail e tagli ai finanziamenti

 

La Legge di Bilancio introduce una riduzione delle tariffe che le aziende devono versare all’Inail per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro per il triennio 2019-2021.

A fronte delle minori entrate attese, si attende anche una riduzione delle risorse strutturali destinate dall’INAIL per il finanziamento dei progetti di investimento e formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

 

La gestione dei certificati di infortunio e malattia professionale

 

Un'altra modifica riguarda, invece, la gestione telematica dei certificati di infortunio o malattia professionale.

 

"526. Per l’attività di compilazione e trasmissione per via telematica, da parte dei medici e delle strutture sanitarie competenti del Servizio sanitario nazionale, dei certificati medici di infortunio e malattia professionale di cui all’articolo 53 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 1965, n. 1124, l’INAIL, a decorrere dal 1° gennaio 2019, trasferisce annualmente al Fondo sanitario nazionale l’importo di euro 25.000.000, mediante versamento all’entrata del bilancio dello Stato e successiva riassegnazione alla spesa, da ripartire tra le regioni e le province autonome in sede di predisposizione della proposta di riparto della quota indistinta delle risorse relative al fabbisogno standard nazionale. Per gli anni successivi al 2019, tale importo è maggiorato del tasso di inflazione programmato dal Governo."

 

Prevenzione incendi negli edifici storici

 

Riportiamo, infine, una novità in materia di sicurezza antincendio, con riferimento a quanto contenuto nei commi dal 566 al 568, per gli edifici storici.

Si indica che entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della Legge di Bilancio (entrata in vigore il primo gennaio) il Ministero per i beni e le attività culturali "provvede a una ricognizione in tutti i propri istituti, luoghi della cultura e sedi, nonché nelle sedi degli altri Ministeri vincolate ai sensi del codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, che siano soggetti al controllo di prevenzione degli incendi".

E il Ministero per i beni e le attività culturali e gli altri Ministeri che hanno in uso gli immobili dovranno provvedere, nei limiti delle risorse disponibili, alla messa a norma delle eventuali criticità rilevate e all’adempimento delle eventuali prescrizioni impartite con le modalità e i tempi stabiliti con uno o più decreti del Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro per i beni e le attività culturali e con il Ministro dell’economia e delle finanze, sentite le amministrazioni interessate, da adottare entro sessanta giorni dalla scadenza del termine previsto per l’ultimazione della ricognizione di cui al comma 566. Il medesimo decreto prevede opportune misure di sicurezza equivalenti, eseguibili negli istituti, luoghi della cultura e sedi del Ministero per i beni e le attività culturali e negli altri immobili, ai fini dell’adeguamento alle norme di prevenzione degli incendi ovvero alle eventuali prescrizioni impartite, da completare nel rispetto delle scadenze previste dal decreto di cui al periodo precedente e comunque non oltre il 31 dicembre 2022.

 

Concludiamo ricordando che la legge di Bilancio riporta ulteriori novità in materia di:

  • finanziamento dei corsi per reinserimento lavorativo (comma 533);
  • struttura per la progettazione di beni ed edifici pubblici (comma 162 e successivi);
  • inquinamento acustico (comma 746);
  • bonifica siti di interesse nazionale (comma 800/801).

 




Torna alla pagina precedente